Sei qui: Home

A.S.D. Lupi del Moncenisio Soft-Air

PDF  Stampa  E-mail 
 
logo lupi del moncenisio ogo lupi del moncenisio
 
A.S.D. LUPI del MONCENISIO Soft-Air
Fraz. Boschi 72
10070 BARBANIA (TO)
Per eventuali comunicazioni: Via Villanova 43 - 10076 Nole
Presidente Sig. Luca Novero
tel  338 6057346  fax 011 99295560
il sito web dell'A.S.D. Lupi del Moncenisio è www.lupidelmoncenisio.com
"Pietà l'è Morta"
Fondata nell'estate del 2007 da un gruppo di amici e basata sul primo principio fondamentale del Soft-Air, il FAIR-PLAY, la nostra associazione pratica la sua attività ludica, con il solo scopo di aggregazione, amicizia e divertimento.

Non c'è spazio per il fanatismo, ma solo spazio per chi un giorno alla settimana desidera tornare a giocare al soldato, sapendo che da soli non si va da nessuna parte ma insieme si può andare lontano.

Il Softair o Soft Air (in inglese: airsoft o air soft), è uno sport di squadra basato sulla simulazione militare. L'attività pur rimanendo uno sport può essere assimilata anche ad un gioco di ruolo che simula, tramite attrezzature apposite, azioni tattiche e strategiche di combattimento con repliche giocattolo che riproducono solo esteticamente le armi da fuoco in ambienti urbani o boschivi, tra fazioni opposte che devono conquistare obiettivi prefissati.

Nato in Giappone verso la fine degl'anni '80 come alternativa al Paintball americano, trova anche spazio di sviluppo in Italia, dal decennio successivo. Poichè le repliche delle armi hanno una limitata potenza, inferiore ad 1 Joule, secondo i termini di legge del nostro paese sono classificati come giocattoli per adulti, a differenza del Paintball che è considerato uno sport illegale.

Grazie alle regolamentazioni imposte dalla legge, il Soft Air ha avuto modo di svilupparsi fino ai giorni nostri ottenendo il riconoscimento da parte del C.O.N.I. come disciplina sportiva.

Il gioco, nonostante l'apparenza, è innocuo e non violento (è vietato qualunque contatto fisico con l'avversario), e si basa principalmente sul fair play e sulla correttezza sportiva. Ogni giocatore è obbligato ad "autodichiararsi", ovvero a manifestare a voce e a gesti la sua eliminazione in conseguenza dell'impatto di pallini avversari sul suo corpo, buffetteria e fucile, pena la squalifica, ed è tenuto a mantenere un atteggiamento di massima correttezza nei confronti di compagni ed avversari, per evitare il rischio di infortuni derivanti da un uso improprio di attrezzature e protezioni.

< Prec.   Succ. >
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 28 Aprile 2010 12:38 )
 

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori infomazioni sui cookie utilizzati in questo sito guarda la nostra privacy policy.

Accetto l’utilizzo dei cookie su questo sito.

EU Cookie Directive