Sei qui: Home

Denuncia di nascita

PDF  Stampa  E-mail 

DENUNCIA DI NASCITA FATTA PRESSO IL COMUNE DI RESIDENZA DI ALMENO UNO DEI GENITORI

Il genitore deve presentarsi in orario di apertura al pubblico all'Ufficio di Stato Civile ENTRO I DIECI GIORNI successivi alla data di nascita. Se il decimo giorno è festivo, il termine si intende prorogato al primo giorno feriale utile. Qualora la denuncia non sia resa entro tale termine, il genitore deve produrre la documentazione che giustifica il ritardo. L'Ufficio di Stato Civile deve, comunque, dare comunicazione al Procuratore della Repubblica.

 

FIGLI LEGITTIMI (figli nati nell'ambito di un matrimonio)
La denuncia di nascita deve essere fatta dal padre o dalla madre o da un loro procuratore speciale o da altra persona che ha assistito al parto.

FIGLI NATURALI RICONOSCIUTI (figli nati da genitori non sposati)
Per la denuncia occorre la presenza di entrambi i genitori.

Documentazione

  • Attestazione di nascita di chi ha assistito al parto.
  • Documento di riconoscimento in corso di validità dei genitori.

Per casi particolari rivolgersi direttamente all'Ufficio di Stato Civile.

Normativa

D.P.R. n.396 del 3.11.2000 art.30

DICHIARAZIONE DI NASCITA FATTA PRESSO LA DIREZIONE SANITARIA DELL'OSPEDALE

 

Può essere fatta entro tre giorni all'Ufficio Nascite dell'Ospedale da uno dei genitori se coniugati e da tutti e due se genitori naturali.
Tale dichiarazione viene inviata, automaticamente all'ufficio di Stato Civile del Comune dove è posto l'ospedale o su richiesta dei genitori al loro Comune di residenza (se i genitori risiedono in Comuni diversi la dichiarazione viene inviata al Comune di nascita della madre).

Documentazione

  • Attestazione di nascita di chi ha assistito al parto.
  • Documento di riconoscimento in corso di validità dei genitori

Normativa

D.P.R. n.396 del 3.11.2000 art.30

CASI PARTICOLARI

- Nel caso di bimbo nato morto, la dichiarazione va fatta al comune di nascita;
- nel caso di bimbo nato vivo, ma morto prima della denuncia di nascita, la dichiarazione va fatta al comune di nascita;
- nel caso di bimbo nato da genitori stranieri residenti all'estero, la dichiarazione può essere fatta al centro di nascita (ospedale o casa di cura) o al comune di nascita;
- nel caso di bimbo nato da genitori italiani residenti all'estero, la dichiarazione può essere fatta al centro di nascita (ospedale o casa di cura) o al comune di nascita.

< Prec.   Succ. >
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Maggio 2017 09:42 )
 

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori infomazioni sui cookie utilizzati in questo sito guarda la nostra privacy policy.

Accetto l’utilizzo dei cookie su questo sito.

EU Cookie Directive